in ,

Ciampolillo grillino dentro

Alfonso Ciampolillo, detto Lello, senatore ex Movimento Cinque Stelle e oggi nel gruppo misto, ha la soluzione al coronavirus, la cannabis. “Caro Ministro, ti scrivo per suggerire il fiore di Cannabis terapeutica quale possibile antidoto al Coronavirus” scrive il suddetto al ministro Roberto Speranza.

La risposta di Speranza? Nessuna. In un momento particolarmente critico per la salute e l’economia italiana, l’indole grillina ci riprova con la cannabis, senza alcun fondamento scientifico (una lettera a un ministro scevra di riferimenti scientifici probabilmente non viene letta nemmeno da un segretario del ministro). Di più, diversi studiosi hanno tempestivamente criticato Ciampolillo, reo di aver denigrato una tematica (quella del coronavirus) che sta destando particolare allarme sociale.

Occore infatti ricordare che lo stesso ministro Speranza abbia autorizzato alla chiusura degli sbarchi dalla cina dal 31 gennaio, e stia tutt’oggi studiando altre soluzioni contenitive tra le quali non risulta alcun collegamente con la cannabis.

Peraltro vien fatto notare come il discorso sulla legalizzazione della canapa inerisca solo ed esclusivamente una tematica da programma partitico, non da situazione d’emergenza.

Ciampolillo non è nuovo in materia. Già mesi addietro approvò, assieme ai suoi ex colleghi di partito, di inserire la legalizzazione della canapa nel bocciato Milleproroghe.

La tematica non è nuova. Diversi studi recenti dimostrano come la cannabis abbia soltanto un effetto palliativo, senza miniamente avere a che fare con le cure. Insomma, fumarsi uno spinello ha più effetto placebo che altro. Leggasi qui http://pdfs.semanticscholar.org/5f79/e0f4eb6b2c301a7ca5d9489891e10e177435.pdf

L’argomento è sempre stata a cuore di Beppe Grillo, dal cui blog fuoriescono considerazioni cannabinoidi, terrapiattiste et similia, quinid facilmente si comprende la formazione di Lello.

Purtroppo sulla cannabis circolano molte leggende metropolitane, una delle quali è che solo in Italia non sarebbe legale. In verità il nostro Bel Paese è parecchio avanti circa la legalizzazione della canapa, posizionandosi tra gli unici stati che la permettono a uso terapeutico per i malati terminali, assieme a Canada, Australia, Cile, Colombia, Germania, Grecia, Israele, paese Bassi, Polonia, Regno Unito e 31 stati americani.

Nel resto del mondo, la cannabis è illegale (vedi qui). 

A me, che voi fumiate le canne, non frega nulla. Ma se Ciampolillo è senatore, io…

© Riproduzione riservata.
La Redazione non è responsabile dei commenti espressi dai lettori e in nessun caso potrà rispondere per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi, nemmeno se i commenti vengono espressi in forma anonima o criptata.

Daniele Martignetti

Scritto da Daniele Martignetti

Nacqui, senza volerlo, nella diomedea Maleventum in uno dei due giorni di Carmenta del '91, trascorrendo poi i primi anni della mia infanzia alle pendici del Castrum Montis Alti ove si erge la bellezza etrusca di Vulci. Qui apprendo la lazialità pura e cristallina della popolazione viterbese che mi accompagnerà nel successivo approdo a Montefusco, sannitica cittadella fulcro analitico nella celeberrima “Ab Urbe Condita Libri CXLII” di Tito Livio. Mi trasferisco poi ad Abellinum, luogo natio del condottiero Gaio Ponzio, "stratega di prim'ordine" nella Seconda guerra Sannitica. Sebbene la gentile concessione della cittadinanza, non ricordo granché bene il giorno in cui lo Stato mi domandò della mia effettiva volontà di appartenere a questa Italia. Non mi interessa nulla che sia comune: distruggerò il linguaggio, e ci berrò sopra. Condanno vivamente le logiche faustiane dell'odierno Occidente e ripropongo, in chiave contemporanea, l'apollineo passato in un presente decadente. Già redattore di diverse testate giornalistiche che non cito onde evitare pubblicità indiretta, redigo quotidie racconti che mai pubblicherò.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

ALTRO CHE CORONAVIRUS. È LA VOLTA DEL 5G

#AccadeOggi/ Muore Carter. Maledizione di Tutankhamon?