in

Orata aromatizzata al limone su un letto di pomodorini

Ingredienti:

1 orata a persona (fresca o surgelata)
15 pomodorini
olio evo q.b.
sale q.b.
1 mazzetto di prezzemolo
1 aglio
2 limoni piccoli

Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: 40 minuti

Preparazione:

  1. Sciacquare abbondantemente l’orata, eviscerarla e raschiare le squame con il coltello. Tagliare le pinne con le forbici. Risciacquate e tenere da parte.
  2. Lavare i pomodorini, eliminare le estremità e tagliarli in 4 pezzi. Tenere da parte.
  3. Sminuzzare l’aglio ed il prezzemolo. Lavare i limoni e tagliarli a fettine. Tenere da parte.
  4. Sistemare l’orata in una teglia o in una padella (se volete optare per la cottura ai fornelli). Incidere in tre punti l’orata, poi sistemare 3 fette di limone nelle suddette incisioni e altre 3 fette nella parte interiore.
  5. Aggiungere nella teglia i pomodorini, l’aglio, un filo di olio, il prezzemolo, il sale q.b. ed infornare.
  6. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti o in padella per 25 minuti con coperchio a fiamma bassa.
    Buon appetito da Annalisa&Luciano
© Riproduzione riservata.
La Redazione non è responsabile dei commenti espressi dai lettori e in nessun caso potrà rispondere per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi, nemmeno se i commenti vengono espressi in forma anonima o criptata.

Annalisa Sica e Luciano Natalino

Scritto da Annalisa Sica e Luciano Natalino

Annalisa Sica e Luciano Natalino sono una giovane coppia, affiatata ed intraprendente.
Professionisti nella vita e cultori della buona cucina nel tempo libero.
Da una loro grande passione, quella per la "buona tavola", nasce la loro pagina su Facebook "InQuadro la ricetta" con cui dilettano amici e parenti ai fornelli, con piatti facili e gustosi.
Da oggi condivideranno con noi i loro trucchi&segreti in tavola, con spiegazioni delle preparazioni semplici ed intuitive.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Le origini di Trevico

Un regime a fin di bene…